Massimo Ghini: “Un mese a Napoli sul set”

4 Giugno 2019 | Di Ignazio Senatore
Massimo Ghini: “Un mese a Napoli sul set”
Articoli su quotidiani e schede film di Ignazio Senatore
0

”Che bello tornare qui a Napoli. Resterò qui per un mese perché prenderò parte a una nuova avventura di Pappi Corsicato.  Se andrò a Capri? Lo spero, mi piace tanto. Intanto vedrò i miei amici napoletani ( fra cui Enzo e Annalisa D e Paola, ndr)” Massimo Ghini è arrivato in città, dove si tratterrà a lungo, e già ieri, dopo una mattinata spensierata passata a fare un po’ di shopping di vestiario classico e sportivo a Chiaia, con una toccata in una nota boutique di piazza Amedeo, nel pomeriggio era già al lavoro. Ghini è uno degli attori “napoletani” più gettonati del momento. E’, infatti, reduce dal set di “The new Pope” di Paolo Sorrentino, sarà il protagonista della fiction Tv “Vivi e lascia vivere”, diretto dal regista partenopeo Pappi Corsicato. Dalle prime indiscrezioni si apprende che i dodici episodi della serie andranno in onda su Rai Uno.

La trama di questa “family dark” ruota intorno a Elena Sofia Ricci, madre di tre figli; Giada e due gemelli, Nina e Giovanni diciassettenni che compongono la famiglia Ruggiero. Nel cast anche Iaia Forte, attrice feticcio di Corsicato, nel ruolo di una vedova. Top secret il ruolo di Ghini che, certamente, darà un pizzico di brio e di simpatia in più alla vicenda.

Le riprese iniziate ieri a Napoli dureranno in mese circa e tutte le puntate saranno girate in città. Al fianco del poliedrico attore romano anche Orsetta De Rossi, Silvia Mazzieri e Carlotta Antonelli.

Ma l’infaticabile Ghini, premiato lo scorso anno con un Nastro d’Argento alla carriera, interprete di film che hanno fatto la storia del cinema italiano come “La bella vita” e “Tutta la vita davanti” di Virzì, “Senza pelle” di D’Alatri, “Celluloide” di Lizzani, è anche il protagonista de “La volta buona”, ultimo film del “napoletanissimo” Vincenzo Marra, dove interpreta Bartolomeo, un sessantenne, una carriera di procuratore sportivo alle spalle, con il vizio del gioco. Rimasto senza il becco di un quattrino, abbandonato dai familiari, s’aggira sui campetti di periferia alla ricerca del nuovo Maradona. Viene a sapere che in Uruguay gioca Pablito (Ramiro Garcia), un giovanissimo fenomeno. Come recita il titolo del film, riuscirà a portarlo in Italia e a risalire, finalmente, la china? Nel cast  Max Tortora, Francesco Montanari e Gioia Spaziani.

Che sia un frequentazione “napoletana” di vecchia data, quella di Ghini lo confermano i suoi ruoli nei diversi cine-panettoni prodotti da Aurelio De Laurentiis, da Natale a Miami (2005) a “Super vacanze di Natale (2017). Infine, come dimenticare le sue eccellenti prove in “Non si ruba a casa dei ladri” di Carlo Vanzina, al fianco di Vincenzo Salemme, e in “A casa tutto bene” di Gabriele Muccino, film girato completamente ad Ischia, per il quale ottenne una nomination ai David di Donatello come migliore attore non protagonista. Napoli, insomma, gli porta fortuna.

Articolo pubblicato su il Corriere del Mezzogiorno – 4-6-2019 (a firma con Vanni Fondi)

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi