Confalone, Avitabile e Rossi, i Nastri d’argento campani

30 Giugno 2019 | Di Ignazio Senatore
Confalone, Avitabile e Rossi, i Nastri d’argento campani
Articoli su quotidiani e schede film di Ignazio Senatore
0

Dopo i premi raccolti nei David di Donatello e nei Globi, (ma non nei Ciak), Napoli è ancora una volta sugli scudi. Infatti, nell’edizione numero 73 dei Nastri d’Argento, riconoscimento assegnato ai film dell’anno dal sindacato dei giornalisti cinematografici, “Il vizio della speranza” di Edoardo De Angelis ha ottenuto tre premi. I prestigiosi riconoscimenti sono andati a Marina Confalone, come miglior attrice non protagonista, già vincitrice per la sua interpretazione del David di Donatello. Ad Enzo Avitabile, già in nomination con i David di Donatello, il premio come migliore canzone e a Carmine Guarino quello per la migliore scenografia. Anna Foglietta si è aggiudicata, invece, il premio di miglior attrice protagonista per la sua interpretazione ne “Il giorno all’improvviso” del pompeiano Ciro D’Emilio, battendo delle agguerrite avversarie; Pina Turco in lizza per “Il Vizio della speranza” e Marianna Fontana per “Capri-revolution”. Riconoscimento speciale a Serena Rossi per la migliore canzone in “Io sono Mia.”, fiction televisiva dedicata alla cantante Mia Martini. Un premio anche a Daniele Ciprì come migliore fotografia de “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi, tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano. Per il film “Il traditore” di Marco Bellocchio, vincitore di sette Nastri d’argento, sono stati premiati Valia Santella e Francesco Piccolo come migliori sceneggiatori assieme al regista e a Ludovica Rampoldi. Un’altra dura battaglia questa per il riconoscimento come migliore sceneggiatura. A farne le spese, infatti,  sono stati Valeria Golino per “Euforia”(in lizza come co-sceeneggiatrice c’era la stessa Santella),  Edoardo De Angelis e Umberto Contarello per “Il vizio della speranza”, Maurizio Braucci, Roberto Saviano e Claudio Giovannesi per “La paranza dei bambini”.

Articolo pubblicato su il Corriere del Mezzogiorno – 30- 6 -2019

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi