Marina Confalone Presidente di giuria I CORTI SUL LETTINO – CINEMA E PSICOANALISI Festival Internazionale del Cortometraggio – X Edizione 3- 6 Ottobre 2018 – Direttore Artistico: Ignazio Senatore:

20 settembre 2018 | Di Ignazio Senatore
Marina Confalone Presidente di giuria I CORTI SUL LETTINO – CINEMA E PSICOANALISI Festival Internazionale del Cortometraggio – X Edizione 3- 6 Ottobre 2018 –  Direttore Artistico: Ignazio Senatore:
"I Corti sul Lettino - Cinema e Psicoanalisi" - Direttore Artistico: Ignazio Senatore
0

I CORTI SUL LETTINO – CINEMA E PSICOANALISI

Festival Internazionale del Cortometraggio – X Edizione

3- 6 Ottobre 2018 PAN –  Napoli

Ore 17.30 – 19.30

Direttore Artistico: Ignazio Senatore

Organizzazione: Associazione Movies Event  – Pietro Pizzimento

PRESIDENTE DI GIURIA

MARINA CONFALONE

 

Esordisce in teatro con la compagnia di Eduardo De Filippo in Natale in casa Cupiello”, “Gli esami non finiscono mai”, “L’arte della commedia” e “Gennareniello”. Poi approda al Granteatro di Carlo Cecchi ne “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello. Dopo aver vinto il premio Ubu nel 1980 come miglior attrice non protagonista nel ruolo di Maggie ne “Il compleanno” di Pinter e dopo aver recitato il ruolo di Pulcinella in “Lu curaggii de nu pompiere napulitano”. Successivamente sul palcoscenico porta “L’isola di Rancho” (1984), “Amanda Amaranda” (1988), “Mamma” (1988, del quale firma anche la regia), “Noi due” e “La musica in fondo al mare” (1991, della quale è anche autrice). Esordisce al cinema L’infermiera di Nello Rossati (1975). Seguono Febbre da cavallo di Steno (1976), La città delle donne di Federico Fellini (1980), Fontamara di Carlo Lizzani (1980), Effetti personali di Giuseppe Bertolucci e Loris Mazzetti (1983), Sogni e bisogni di Sergio Citti (1985), Pacco, doppio pacco e contropaccotto, di Nanni Loy (1993), Arriva la bufera di Daniele Luchetti (1993), Incantesimo napoletano di Paolo Genovese e Luca Miniero (2002). E’ stata diretta da Mario Monicelli ne Il marchese del Grillo, Parenti serpenti, Panni sporchi, da Mimmo Calopresti ne La seconda volta e La parola amore esiste di Mimmo Calopresti, da Luciano De Crescenzo in Così parlò Bellavista, Il mistero di Bellavista e Croce e delizia. Premi: David di Donatello 1985 – Migliore attrice non protagonista per Così parlò Bellavista, David di Donatello 1993 – Migliore attrice non protagonista per Arriva la bufera, David di Donatello 1996 – Migliore attrice non protagonista per La seconda volta, David di Donatello 1998- Candidatura come migliore attrice non protagonista per La parola amore esiste, David di Donatello 2002 – Migliore attrice protagonista per Incantesimo napoletano, Nastri d’argento 1985 – Migliore attrice non protagonista per Così parlò Bellavista, Nastri d’argento 1994 – Candidatura come migliore attrice non protagonista per Arriva la bufera, Nastri d’argento 1999 – Candidatura come migliore attrice non protagonista per La parola amore esiste, Nastri d’argento 2008 – Candidatura come migliore attrice non protagonista per Tre donne morali, Ciak d’oro 1998 – Migliore attrice non protagonista per La parola amore esiste. Premio Ubu 1980 – Miglior attrice non protagonista.

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi