Mario Martone e Pietro Marcello in concorso alla Mostra di Venezia

26 Luglio 2019 | Di Ignazio Senatore
Mario Martone e Pietro Marcello in concorso alla Mostra di Venezia
Articoli su quotidiani e schede film di Ignazio Senatore
0

Anche quest’anno, come in passato, parlerà napoletano la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, giunta all’edizione numero 76,. Due sono , infatti, i film partenopei in concorso: “Il sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone e “Martin Eden” di Pietro Marcello. Un ritorno, quello di Martone a Venezia, che lo scorso anno aveva presentato con successo “Capri-revolution”, pellicola che ha raccolto premi e nomination sia ai David di Donatello che  a i Nastri d’Argento.  Lo stesso Martone ha dichiarato: “Sono onorato di partecipare per la seconda volta in Concorso alla Mostra del Cinema. Questo film nasce da lontano, quando ho diretto a teatro “Il sindaco del Rione Sanità”al Nest di San Giovanni a Teduccio, una sala de cento posti ma molto agguerrita. Lavorare in seguito all’adattamento per il cinema, è stato quasi un passaggio naturale Per quella che è stata per certi aspetti un’esperienza sperimentale, sono felice che anche il film possa intraprendere un percorso distributivo come quello dell’uscita evento.” Il talentuoso cineasta napoletano rilegge il testo classico edoardiano, e nell’adattarlo per il cinema, (sarà nelle sale solo il 30 settembre e il 1 e 2 ottobre), cala la vicenda ai giorni nostri e, affrontando in chiave moderna l’eterna lotta tra il Bene e il Male, affida il ruolo del Sindaco a un giovane (Francesco Di Leva). Al suo fianco i “veterani” Massimiliano Gallo e Francesco De Roberto e i “giovani” Adriano Pantaleo, Daniela Ioia, Giuseppe Gaudino, Gennaro Di Colandrea. A completare il cast la partecipazione amichevole di Ernesto Mahieux.. Una produzione Rai Cinema e Indigo film di Nicola Giuliano, Francesca Cima e Carlotta Calori, già partner in “Capri.- revolution”.  Gradita sorpresa quella del documentarista Pietro Marcello, alla seconda regia dopo la sua opera prima “Bella e perduta” sulla Reggia di Carditello. Questa volta il regista casertano si è cimentato nella libera trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Jack London (nelle sale il 3 settembre), ha ambientato la vicenda in una città portuale alla fine del secolo scorso ( e non all’inizio secolo come nel romanzo) e si è avvalso, in sede di sceneggiatura della collaborazione di Maurizio Braucci. Interpreti Luca Marinelli, Vincenzo Nemolato, Carlo Cecchi e Jessica Cressy. In attesa degli altri film “napoletani”, non ancora annunciati, e che saranno presentati nelle altre sezioni, della Mostra, come lo scorso anno, ci sarà anche il premio Oscar, Paolo Sorrentino, che alla Mostra presenterà, in anteprima,  i  primi due episodi della serie “The new Pope”, che andrà in onda su Sky, interpretato da Jude Law, John Malkovich, Silvio Orlando e Sharon Stone.

Articolo pubblicato su Il Corriere del Mezzogiorno 26-7-2019

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi