Omicidio nella mente di Andy Morahan – USA – 1997

6 Gennaio 2019 | Di Ignazio Senatore
Omicidio nella mente di Andy Morahan – USA – 1997
Schede Film di Ignazio Senatore
0

Nel 1948 il mondo della musica è sconvolto dall’omicidio di Margareth Strauss. Ad ucciderla, suo marito, il grande compositore tedesco Roman Strauss colto da un’incontrollabile crisi di gelosia. Il bianco e nero denaturato sfuma e ci ritroviamo nel 1988 a Los Angeles. Una donna (Emma Thompson) mutacica ed in un chiaro stato di shock, è ospitata in un orfanotrofio. A Mike Church (Kenneth Branagh), un giovane investigatore, è affidato il compito di scoprire chi si cela dietro questa misteriosa ed affascinante creatura. Ma la sera stessa si presenta a casa sua, Frank Madson (Derek Jacobi)  un distinto antiquario con l’hobby dell’ipnosi. La donna, in trance ipnotica, all’improvviso urla: “Vi prego aiutatemi!”, riacquistando l’uso della parola. Nel corso degli incontri successivi si scopre che la misteriosa protagonista (la cui vera identità è Margareth ed è una pittrice di paesaggi marini) altri non é che la reincarnazione di Margareth Strauss e che la stressa era stata costretta, in passato, a subire l’inquietante presenza in casa di Inga, una dura governante (Hanna Schygulla) e di suo figlio Frank. Scossi da queste rivelazioni Mike e la donna consultano il Dottor Cozy, uno strano “strizzacervelli” (Robin Williams) radiato dall’Albo e che lavora da alcuni anni, in un supermercato. Sul finale si scopre che Mike è la reincarnazione di Roman Strauss e che l’omicida di Margareth, al tempo era stato lo stesso Frank.

Il film, nel complesso gradevole, affascina soprattutto per le potenzialità attribuite al metodo ipnotico, in grado di far regredire un soggetto indietro nel tempo, fino ad una vita precedente. Ma già nel 1970 Minnelli aveva girato una spensierata commedia musicale (“L’amica delle cinque e mezzo”) su questo tema con Barbara Streisand nei panni dell’eccentrica Melinda (una donna che era vissuta in Inghilterra, nell’Ottocento) ed Ives Montand, in quelli di un improbabile psicoanalista. Cast d’eccezione per questo film (diretto dall’intellettuale cantore di Shakespeare al cinema) denso, cerebrale ed infarcito di troppi colpi di scena. Kenneth Branagh ed Emma Thompson interpretano in maniera magistrale le doppie parti di Roman /Mike e di Margareth/Amanda. Grandissima prova di Robin Williams che dà vita ad uno degli strizzacervelli più scalcinati della storia del cinema. Cameo di un giovanissimo Andy Garcia.

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi