Il cigno nero

14 Dicembre 2014 | Di Ignazio Senatore
Il cigno nero
Recensioni Film di Ignazio Senatore
0

Ci sono delle leggi non scritte che regolano l’universo cinematografico. Una di queste ha sancito che delle discipline non possono essere degnamente rappresentate sullo schermo. Un esempio? L’affascinate mondo della danza. E se, Dario Argento (Suspiria) prima e Peter De Monte (Etoile) poi, avevano fallito nel mostrare ballerine in tutù, identica sorte è toccata al talentuoso Aronofski che, dopo il sincopato Pi greco Il teorema del delirio, l’adrenalinico Requiem for a dream ed il nostalgico The Wrestler, confeziona una pellicola che non saltella e piroetta sulle punte. Il regista americano gioca tutto sul viso porcellanato della bella ed algida Nina (Portman), scelta dal direttore artistico Thomas (Cassel) per interpretarel’etoile della versione moderna de Il lago dei cigni di Piotr Ilich Chaikovskij e lascia che la vicenda ruoti intorno alla contrapposizione tra la purezza, la grazia ed il candore (il cigno bianco) e la seduzione, la tenebrosità e la trasgressione (il cigno nero). Costretta ad oscillare tra queste due poli, la mente di Nina, creatura fragile emotivamente, vessata da una madre invasiva ed ipercontrollante, finirà, irrimediabilmente, per scompaginarsi. Nell’affrontare il pur sempre inquietante ed ambiguo tema del doppio, Aronofski mostra dita che sanguinano, graffi che lacerano la carne, frutto delle pratiche autodistruttive della protagonista, e queste incursioni orrifiche regalano un po’ di fascino ed appeal ad una pellicola fin troppo statica e levigata. Sospesa tra realtà e fantasie allucinatorie della protagonista, il film mescola, dramma e psicoanalisi a buon mercato, trasgressione e sensi di colpa, amore lesbo ed autoerotismo. Le emozioni non mancano, qualche scena, in salsa thriller, regala palpiti e sussulti edAronofski se la cava con un po’ di mestiere. Nel cast Winona Ryder ed un’eccellente Barbara Hershey.

 

Recensione pubblicata su Segno Cinema – N. 171 Settembre – Ottobre 2011

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi