Arrivederci professore di Wayne Roberts

24 Settembre 2019 | Di Ignazio Senatore
Arrivederci professore di Wayne Roberts
Recensioni Film di Ignazio Senatore
0

Richard (Johnny Depp), professore cinquantenne di un college di lusso che scopre di essere affetto di un tumore ai polmoni e di avere i giorni contati. Deciso a vivere senza freni, diviene alternativo e trasgressivo, fuma marijuana con gli studenti e, emulo di John Keating de “L’attimo fuggente”, li sprona a respirare la vita a pieni polmoni e a non farsi inghiottire dalla mediocrità. Intorno a lui, una moglie gelida che lo tradisce e la figlia adolescente lesbica, in crisi. Non è mai facile calpestare, al cinema, un terreno insidioso e scivoloso come quello del cancro. Il pericolo è naturalmente quello delle strizzate di cuore, del bieco sentimentalismo e di far rigare, copiosamente, di lacrime, le guance dello spettatore. Il regista Wayne Roberts, alla seconda regia, non riesce ad evitare tutte le insidie ed, anche se l’ambientazione è elegante e raffinata, lastrica lo script di un laccato moralismo e il povero Depp, finalmente in un ruolo drammatico, non riesce da solo a far librare in alto il film.

Recensione pubblicata su Segno Cinema. N. 219 – Settembre Ottobre

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi