Copperman di Eros Puglielli

29 Settembre 2019 | Di Ignazio Senatore
Copperman di Eros Puglielli
Recensioni Film di Ignazio Senatore
0

C’è anche posto per le favole nel cinema italiano? E’ questa la scommessa di Eros Puglielli che ambienta nelle campagne spoletine una storia con al centro Anselmo (Luca Argentero), novello super-eroe, ingenuo come un bambino, ma dal cuore d’oro, che nei panni di Copperman, si batte per liberare il mondo dalle ingiustizie ed aiutare le persone in difficoltà. Ad affiancarlo nella sua impossibile ed infantile impresa alcuni ospiti di una struttura psichiatrica. Puglielli mescola i piani temporali e mostra, nelle prime battute, Anselmo bambino, che ama i cerchi, teme il colore giallo ed è innamorato della piccola Titti che, ritrova anni dopo da adulto. Un film che ricorda il mondo fantasioso de “Il guerriero Camillo” di Claudio Bigagli (1998), dalla trama però fin troppo esile, che diviene sempre meno credibile con lo scorrere dei fotogrammi, anche per la messa in campo di personaggi sfuocati e incolori. Nel cast Antonia Truppo, Galatea Ranzi e Tommaso Ragno, nel ruolo del cattivo di turno.

 

Recensione pubblicata su Segno Cinema n 219 Settembre – Ottobre

 

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi