Ignazio Senatore intervista Giuseppe Tornatore su “Il camorrista”

20 Febbraio 2021 | Di Ignazio Senatore
Ignazio Senatore intervista Giuseppe Tornatore su “Il camorrista”
Ignazio Senatore Intervista...
0

Raffaele Cutolo, capo indiscusso della Nuova Camorra organizzata è morto due giorni fa nel carcere di Parma dove era detenuto. Fabrizio De Andrè gli dedicò l’orecchiabile brano Don Raffaè e il premio Oscar Giuseppe Tornatore, diresse il film Il camorrista, interpretato da Ben Gazzarra, doppiato dall’attore napoletano Mariano Rigillo. La pellicola, che fu proiettata per la prima volta nelle sale il 12 settembre del 1986, fu premiata con un Nastro d0’argento a Giuseppe Tornatore come miglior regista esordiente e con un David di Donatello a Leo Gullotta come miglior attore non protagonista. Anni fa era il 2006, ebbi l’occasione di intervistare il regista siciliano e nel corso della piacevolissima chiacchierata, dopo aver commentato i diversi film da lui diretti, gli posi delle domande su “Il camorrista” che riporto fedelmente.

“Il camorrista”, il suo film d’esordio, ispirato al volume di Joe Marrazzo, giornalista RAI tragicamente scomparso e pubblicato da Tullio Pironti, fu girato nel 1986. Sono passati (quasi) vent’anni dalla sua uscita in sala. Vuoi raccontarci come nacque l’idea del film?

“Quando pensai di realizzare il film mi prendevano tutti per matto Lo stesso Joe Marrazzo mi aveva confessato che non appena si sparse in giro la notizia che stava scrivendo un libro sulla camorra, gli avevano bruciato un paio di volte l’auto. Joe era, infatti, solito, lasciare i suoi appunti in macchina e per questo motivo, era stato costretto a riscrivere i capitoli un paio di volte daccapo. Al tempo avevo diretto solo la seconda unità in “Cento giorni a Palermo” di Giuseppe Ferrara. Il cinema italiano era in crisi, la gene non andava più al cinema e nessun produttore era disposto a rischiare su un giovane regista esordiente. L’unico produttore che conoscevo era Goffredo Lombardo, che aveva prodotto il film “Cento giorni a Palermo”. Quando gli accennai il progetto lui restò molto perplesso: non capiva perché un ragazzo siciliano voleva fare cinema. Gli sceneggiati TV come “La piovra” vennero molto dopo e in quegli anni a nessuno interessava parlare di camorra e di mafia. In quegli anni si stava preparando il primo maxi processo ed io decisi di partire al contrattacco. Una volta accertatomi che Ben Gazzarra aveva accettato la parte del protagonista, chiesi a Gigi Proietti di prestarmi il suo ristorante. Convocai i giornalisti ed in una conferenza stampa, annunciai l’inizio delle riprese del film. Naturalmente non era vero niente perché non c’era nessun accordo con il produttore. La notizia fece scalpore e fu la conferma che il film poteva interessare. Goffredo si convinse. Il film ebbe un discreto successo al botteghino, poi fu sommerso da querele e fu sequestrato. Dopo un processo che durò sei, sette anni fummo assolti ed uscì nuovamente nelle sale.”

Sai che “Il camorrista” è diventato oggetto di culto dei camorristi napoletani e che hanno inciso una canzone rap con i dialoghi tratti dal film?

“So che i ragazzino conoscono a memoria le battute del mio film. Quando girai il film mi sono posto il problema della mitizzazione del personaggio principale e sapevo che lo avrei, inevitabilmente, reso affascinante. Per non cadere in questa trappola, ho spostato l’attenzione su un personaggio satellite e non importante, dipingendolo come una persona più corretta dello stesso boss, al punto che questi lo elimina , diventando, agli occhi dello spettatore, cattivo ed antipatico.”

Articolo pubblicato su Sabatononsolosport –  20-2-2021

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi