La scala a chiocciola di Robert Siodmak – USA – 1946

5 Gennaio 2019 | Di Ignazio Senatore
La scala a chiocciola di Robert Siodmak – USA – 1946
Schede Film di Ignazio Senatore
0

1906.New England. Una donna (zoppa) è assassinata. Mentre le indagini seguono il loro corso, si scopre che il serial killer sceglie come vittime ragazze affette da infermità fisiche. Helen (Dorothy McGuire) è una ragazza muta e fa da governante ad una vecchia aristocratica signora che, vive in casa i suoi due figli: Stephan e Warren (George Brent). Il giovane Perry (medico curante della signora) è intenerito dalla condizione di Helen e cerca in tutti modi di scuoterla. Nel frattempo l’atmosfera in casa si fa sempre più minacciosa ed una notte, Bianca, la fidanzata di Stephan é trovata morta. Helen vuole chiedere aiuto e va all’apparecchio telefonico per contattare il dottor Perry, ma non riesce (naturalmente) ad emettere alcun suono. Nel corso della narrazione si scopre che il professor Warren è il responsabile degli efferati delitti. L’uomo, incapace di controllare i propri istinti omicidi ed è in preda alle allucinazioni deliranti. Helen cerca di trovare una via di fuga ma é salvata dall’anziana signora che uccide suo figlio. …

Film più d’atmosfera che di contenuto. Siodmak (in un bianco e nero da antologia) gioca stilisticamente non solo sul contrasto luce/ombra ma riesce a dar forma (con gli artifici e le distorsioni ottiche) alle immagini deliranti del protagonista. Il regista rispettando gli stilemi del “giallo”, mette l’omicida sullo sfondo, facendolo esplodere nel finale del film, in tutta la sua follia. Si scoprirà, solo allora che Warren, ossessionato dalle imperfezioni della propria mente, uccide le creature disabili che incontra nel suo cammino. Da antologia, la scena quando il professore pone Helen di fronte allo specchio (per costringerla a riconoscere che non ha più la bocca) e la reazione della ragazza che, “istintivamente”, si porta la mano sul viso, all’altezza delle labbra. George Brent è perfetto nell’impersonare il malefico Warren. Tenero e disarmante la figura del medico che a tutti i costi vuole guarire Helen. Dal romanzo “Some Must Watch” di Ethel Lina White. Conta uno sciatto remake “Delitto in silenzio”  diretto nel 1975 da Peter Collinson con Jacqueline Bisset.

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi