Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli – Italia – 2020

30 Ottobre 2021 | Di Ignazio Senatore
Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli – Italia – 2020
Recensioni Film di Ignazio Senatore
0

Ormai si sa, in una società come la nostra che brucia tutto, non si fa in tempo ad appendere le scarpette al chiodo, che già c’è un regista che ti dedica un doc. Mi si potrebbe (giustamente) obiettare che il calciatore in questione è un certo Francesco Totti, capitano e bandiera giallorossa, icona social non solo per la sua spiccata simpatia, ma anche per aver sposato la showgirl Ilary Blasi. Infascelli s’ispira a “Un capitano”, volume scritto dal calciatore con Paolo Condò, e lascia che la voce off di Totti commenti i filmati che lo mostrano bambino, in famiglia, mentre sgambetta nelle prime partite con la Lodigiani e poi gioca con la Roma, fino al 28 maggio 2017, giorno del suo addio al calcio a 41 anni. Il doc non è solo una carrellata dei goal del fuoriclasse romano, ma é anche un viaggio all’interno del tifo romanista, che s’accende ad ogni derby con la Lazio. Un ritratto un po’ troppo didascalico e senza grosse sorprese, ma non agiografico, che mostra anche i rapporti conflittuali de “er pupone” con gli allenatori Carlos Bianchi e Luciano Spallletti.

Recensione pubblicata su Segnocinema N. 231 – settembre- ottobre  2021

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi