Semina il vento di Danilo Caputo – Italia – 2020

7 Novembre 2021 | Di Ignazio Senatore
Semina il vento di Danilo Caputo – Italia – 2020
Recensioni Film di Ignazio Senatore
0

“La mia regola è sempre la stessa: piccoli uomini che hanno grandi avventure”, affermava un tempo Rodolfo Sonego. Danilo Caputo sembra aderire a questo modello narrativo e nel suo film ci mostra Nica (Yle Vianello), giovane studentessa di agronomia, che ritorna dopo tre anni nel suo paese nel tarantino. Scopre che l’uliveto di famiglia e quelli dei terreni attigui sono infestati da parassiti e che tutti i contadini vogliono abbattere gli ulivi per ricevere i soldi dallo Stato. Indomita, è l’unica che si batte per salvare gli alberi secolari, patrimonio ambientale e culturale del luogo, ma scopre che…

Il regista tarantino, al secondo film, dirige, con taglio neorealistico, un film coraggioso e “necessario” che fa luce sulle speculazioni economiche che hanno devastato irrimediabilmente l’ambiente da Nord a Sud. Caputo non s’affida ad attori noti e compone un affresco duro, ma sincero, che mostra come la miseria offusca la mente e il cuore di chi non ha più niente e, pur di campare, è disposta a vendere l’anima al diavolo.

Recensione pubblicata su Segnocinema N. 231 – settembre- ottobre  2021

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi