The place di Paolo Genovese – 2018

21 Ottobre 2018 | Di Ignazio Senatore
The place di Paolo Genovese – 2018
Recensioni Film di Ignazio Senatore
0

Non era facile per Paolo Genovese tornare dietro la macchina da presa dopo la pioggia di premi ottenuti da “Perfetti sconosciuti” . Il regista romano spiazza tutti con “The place”, film ispirato alla serie televisiva americana “The Booth at the End” e lo gira tutto in un interno. Il protagonista, infatti, è uno sconosciuto (Mastandrea) che, seduto ad un tavolo di un bar, dopo aver sfogliato un’agenda, esaudisce i desideri più reconditi delle persone che si rivolgono a lui, chiedendo in cambio di compiere delle azioni esecrabili, da un punto di vista etico. Lo stile è asciutto, i dialoghi essenziali e, per tutta la durata del film, lo spettatore è attratto dal misterioso ed imperturbabile protagonista, ma anche e soprattutto da quel campionario di disperata umanità che, pur di realizzare i propri desideri, è pronta a calpestare ogni legge morale. Una giallo atipico che ti cattura sin dalla prima sequenza, dal taglio squisitamente europeo, che conferma le doti di sceneggiatore e di regista di Genovese. A comporre il cast i bravissimi Giallini, Rohrwacher, Puccini, Papaleo, Silvio Muccino, Marchioni, Borghi,  Lazzarini, D’Amico e Ferilli.

 

Recensione pubblicata sulla Rivista Segno Cinema – N 213- Settembre- Ottobre 2018

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi