Under Suspicion di Stephen Hopkins – USA- 2000 – Durata 111’

2 Marzo 2021 | Di Ignazio Senatore
Under Suspicion  di Stephen Hopkins – USA- 2000 – Durata 111’
Schede Film e commento critico di Ignazio Senatore
0

Sue Ellen, una ragazzina di tredici anni e la dodicenne Pauline sono trovate morte dopo essere state violentate. E’ la notte di Capodanno e Victor (Morgan Freeman) il poliziotto incaricato delle indagini concentra i sospetti su Henry (Gene Hackman) un avvocato ricco ed affermato, marito di Chantal (Monica Bellucci) una donna sensuale ed affascinante molto più giovane di lui. Victor lo incalza e formula domande sempre più precise e dettagliate; Henry si confonde, fornisce versioni contrastanti ed è a corto di alibi. Nel corso dell’interrogatorio emerge che il matrimonio con Chantal era colato a picco da quando la sua bellissima moglie lo aveva colto con uno strano luccichio negli occhi mentre parlava con la nipotina tredicenne nella stanza da letto. Henry crolla, ammette le sue frequentazioni con delle giovani prostitute locali e confessa di essere l’autore dei delitti. Qualche minuto dopo una poliziotta comunica a Victor che il caso è stato chiuso; qualche ora prima era stato arrestato il vero responsabile del duplice assassinio.

Film dolente e pessimista che si svolge tutto all’interno di una notte all’interno della spoglia, afosa e poco illuminata stazione di polizia di Portorico. Hopkins mette in scena il dramma di Henry, un uomo dannato dal demone della perdizione, con una predilezione per le giovani prostitute locali. Al suo amico Victor confida: “Che cosa pretendi che passi la vita a bussare alla porta di mia moglie? Non io. Mi trovo una prostituta, qualcuno che sia all’opposto di Chantal. una prostituta è una che ti da qualcosa in cambio di una somma esigua.” La confessione finale di Henry, un uomo con il cuore in frantumi e l’anima a pezzi, è dolorosamente spiazzante e gli restituisce un tocco di umana sofferenza. Le atmosfere notturne, l’ambientazione in pieno Carnevale e la dolente storia del protagonista rendono ancora più inquietante l’intera vicenda. Dal romanzo Brainwash di John Wainwright che fu trasportato già sullo schermo nel 1981 da Claude Miller con il titolo Guardato a vista, espressione, equivalente a “under suspicion”, con la quale s’intende il fermo di polizia.

Comments are closed.

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i Cookie. Questo sito utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi